LEGALITA COME ESPRESSIONE DELLE LEGGI CHE GUIDANO E REGOLANO LA VITA DEI CITTADINI, E RISPETTO DEI VALORI FONDAMENTALI.

La legalità, il rispetto e la pratica delle leggi sono un’esigenza fondamentale della vita sociale.

La legalità, considerata spesso come un concetto ed un valore astratto, trova la sua espressione nelle leggi che garantiscono l’ordine sociale, che guidano e regolano, con l’affermazione di valori fondamentali, la vita dei cittadini e le relazioni interpersonali. La legalità è quindi il rispetto e la pratica delle leggi, è un’esigenza fondamentale della vita sociale. Il rispetto delle leggi, dei valori, la cura e la salvaguardia dei beni comuni di una società, si legano strettamente al senso civico. Avere senso civico significa sapere di far parte di una comunità, rispettare gli altri, l’ambiente e lo spazio in cui viviamo, saper valorizzare gli spazi pubblici e metterli al servizio dei cittadini.

Cultura della legalità e senso civico.

Viviamo, però, in un territorio in cui la cultura della legalità e del senso civico risultano essere deficitari, a causa di enti ed istituzioni un pò distratti, che non hanno saputo infonderne il senso nei cittadini; istituzioni che spesso non hanno messo in atto progetti di cura e valorizzazione del territorio e dei beni comuni. In molti casi, a sopperire a queste carenze, sono state le organizzazioni di attivismo civico, associazioni di cittadini che agiscono nella sfera pubblica, il cui obiettivo primario è quello di garantire la tutela dei diritti e doveri dei cittadini e la cura e il rispetto del bene comune.

Il Clan della Speranza a sostegno della Legalità.

È dall’analisi di questo stato di cose che parte il grido di speranza e cambiamento del Clan della speranza, che deve passare attraverso l’educazione alla legalità, con esempi e progetti concreti, in grado di far capire ai cittadini che la società e il territorio possono crescere e svilupparsi solo con il tramite della legalità, che si manifesta nel riconoscimento dei diritti e doveri, riconoscimento che si pone a base della crescita culturale, sociale ed economica. Il cambiamento si serve anche del senso civico, radicato ed innato, o in certi casi da sviluppare in ognuno di noi, che deve partire dal rispetto del nostro territorio, dei nostri spazi e dei nostri beni comuni. Solo rispettandoli, solo ponendo l’accento sulle potenzialità che il nostro territorio ha, possiamo poi concretizzarli in progetti che possono portare all’affermazione di forme di coesione sociale e di sviluppo lavorativo.#noivogliamounasperanza

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: