L’AGRICOLTURA, IL LAVORO NEI CAMPI E LA SALVAGUARDIA DELLE PICCOLE REALTÀ PRODUTTIVE

Ripartire dalle piccole attività di lavorazione e trasformazione dei prodotti agricoli locali per riaffermare il valore del rispetto ambientale e il ritorno ai buoni sapori.

Il territorio della provincia di Caserta coincide, in parte, con quello dell’antica provincia di Terra di Lavoro, maggiormente votato all’agricoltura. Anche conosciuta come Campania Felix, grazie alla fertilità del terreno dovuto anche alla presenza del fiume Volturno.

Poche sono le realtà che oggi lavorano anche sulla trasformazione del prodotto agricolo. Si tratta comunque di lavorazioni finalizzate al fabbisogno della famiglia, resta sul territorio in una condizione di puro artigianato.

Salvaguardare le piccole realtà agricole

Si comprende benissimo che, un territorio come la provincia di Caserta deve assolutamente puntare su questo fiore all’occhiello, incentivando la possibilità di trasformare, lavorare e confezionare piccoli quantitativi di prodotti da destinare alla vendita, mettendo le piccole realtà agricole nelle condizioni di poter valorizzare il proprio lavoro e le produzioni su piccola scala.

L’agricoltura su piccola scala è, infatti, un’agricoltura a basso impatto ambientale che contribuisce alla difesa della campagna, al mantenimento degli equilibri idrogeologici ed alla valorizzazione del paesaggio agricolo nel suo complesso.

La provincia di Caserta ha bisogno, quindi, di ripartire da quella che è la “vocazione di piccoli agricoltori”, da guardare non come un limite – rapportandoli alla grande distribuzione – ma da considerare per quello che sono, ovvero, un potenziale di ricchezza, un “ritorno alle origini”, ai buoni sapori, al senso del lavoro. Ripartire da loro e puntare su di loro.

Lo stampo artigianale.

D’altro canto la piccola azienda multifunzionale (coltivazione, trasformazione, commercializzazione) contribuisce a mantenere inalterata la vitalità economica e sociale della zona e, al tempo stesso, può essere lo strumento attraverso cui l’agricoltore può trovare la giusta soddisfazione economica.

La ricetta vincente può essere creare reti di piccole imprese agricole, per far fronte insieme a necessità comuni. Quindi, produrre di più su meno ettari coltivati, in maniera più sostenibile e, infine, diversificare, mantenendo vivo il concetto puro di realtà agricola a cui è votata la terra stessa.

Il clan della speranza a sostegno dell’agricoltura

Il futuro della Provincia di Caserta, Terra di Lavoro, non può prescindere dalla sua vocazione, dalle caratteristiche del suo territorio e dalla fertilità delle sue terre. Queste ricchezze vanno assolutamente salvaguardate e valorizzate, così come va valorizzato il lavoro agricolo e le piccole realtà locali. Si può realizzare! Realizziamolo a casa nostra, nella nostra terra!

#noivogliamounasperanza

Rispondi

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: